Obbligo POS 2022: a chi è rivolto

Scopriamo chi sarà tenuto ad accettare i pagamenti elettronici dal prossimo 30 giungo

Al momento non vi sono sanzioni per i commercianti e professionisti privi di POS, scenario che cambierà dal 30 giugno 2022. Tra le novità del decreto per l’attuazione del PNRR approvato in Consiglio dei Ministri il 13 aprile 2022 si parla anche di sanzioni amministrative: in caso di mancata accettazione dei pagamenti con POS è prevista una multa dall’importo fisso di 30 euro, alla quale si aggiungerà il 4% del valore della transazione.

Ma chi è tenuto ad accettare pagamenti tramite POS?

Ecco un elenco delle attività e dei soggetti che saranno interessati da questa novità:

  • commercianti: negozianti che vendono merci (in qualsiasi luogo, venditori ambulanti compresi);

  • artigiani (come fabbri e falegnami);

  • attività di ristorazione (bar, ristoranti, pub, pizzerie…);

  • liberi professionisti che si relazionano direttamente con il cliente (avvocati e notai, agronomi, idraulici, ingegneri, commercialisti, geometri e architetti, consulenti del lavoro, medici e dentisti);

  • attività ricettive (hotel, B&b, agriturismi…).


Vi sono però delle eccezioni, come:

  • professionisti che esercitano in studi associati che non fatturano direttamente ai clienti ma al titolare dell’impresa.

  • benzinai e tabaccai: in quanto categorie speciali che incassano e riversano imposte statali, godono già di un più ampio grado di tracciabilità della loro attività.

Perché scegliere il POS?


L'utilizzo del POS offre diversi vantaggi e comodità, come ad esempio la possibilità di aumentare le proprie entrate: ormai sempre più persone preferiscono i pagamenti elettronici, decidendo di rivolgersi direttamente ad attività che li consentono. Oppure la possibilità di accettare pagamenti anche da turisti stranieri in possesso solo di carte/contanti in valuta estera. Inoltre, tutti i flussi di cassa rimangono registrati, così da poter monitorare facilmente le entrate della propria attività: il denaro confluirà direttamente sul conto corrente, in sicurezza, senza più necessità di recarsi fisicamente in banca per depositarlo.



La soluzione GruppoPiù per commercianti e professionisti

Per andare incontro alle necessità di commercianti e professionisti, GruppoPiù ha stretto una partnership con SumUp, la società che offre soluzioni per accettare pagamenti a costi agevolati e con commissioni ridotte, dai lettori di carte alle soluzioni da remoto per incassare anche a distanza. Aziende e professionisti, clienti GruppoPiù, potranno ottenere dispositivi all’avanguardia, che non necessitano di nessuna installazione, di facile utilizzo attraverso l’app SumUp. Il POS è tascabile e può essere portato ovunque, si connette via Bluetooth ai dati mobili o Wi-Fi del telefono e gli accrediti vengono trasferiti in 2-3 giorni lavorativi sul conto corrente, senza necessità di aprirne uno dedicato.



Ottieni il tuo POS portatile ad un costo agevolato


Post recenti

Mostra tutti