top of page

Naspi 2024: requisiti e guida alla Richiesta

persone che ricevono la naspi

Cosa è la NASPI e chi ne ha diritto

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) rappresenta un sostegno fondamentale per chi ha perso involontariamente il lavoro. Per essere ammessi al beneficio nel 2024, è necessario aver perso il lavoro involontariamente, essere in possesso dello stato di disoccupazione, e avere accumulato almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l'inizio del periodo di disoccupazione.


Requisiti specifici per la NASPI 2024

I requisiti per accedere alla NASpI includono:

  • Stato di disoccupazione: È necessario essere ufficialmente riconosciuti come disoccupati.

  • Contribuzione minima: Bisogna aver contribuito per almeno 13 settimane nei quattro anni antecedenti.


Procedura e tempistiche per la domanda NASPI 2024

A partire dal 1° marzo 2024, la procedura per inoltrare la domanda di NASpI si effettua esclusivamente attraverso la piattaforma online Inps, accessibile tramite SPID, CIE o CNS.


Scadenze per la presentazione della domanda

Il termine per inviare la domanda è di 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro, con alcune eccezioni legate a maternità, malattia, infortunio o controversie lavorative.


Calcolo dell'indennità NASPI 2024

L'indennità NASpI si calcola dividendo la retribuzione imponibile degli ultimi quattro anni per il totale delle settimane di contribuzione. Il risultato viene moltiplicato per 4,33, e l'importo dell'indennità varia in base alla retribuzione mensile calcolata.


Esempi di calcolo per diverse fasce di reddito

  • Fino a 1.425,21 euro: 75% della retribuzione.

  • Oltre 1.425,21 euro: 75% di 1.425,21 euro più il 25% della differenza tra la retribuzione mensile e 1.425,21 euro.


Limiti dell'indennità

L'indennità mensile non può superare l'importo massimo di 1.550,42 euro.


Durata e riduzione dell'importo NASPI nel 2024

L'indennità di disoccupazione NASpI è corrisposta per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni, con un massimo di 24 mesi.


Modifiche nella riduzione dell'importo

Dopo il 91° giorno, l'indennità si riduce del 3% al mese, con variazioni a seconda dell'età e delle circostanze specifiche del beneficiario.



Conclusione

La NASpI 2024 offre un supporto essenziale per chi si trova senza lavoro. È importante comprendere i requisiti, la procedura di domanda e le modalità di calcolo dell'indennità per massimizzare il sostegno ricevuto. Assicurarsi di seguire le scadenze e utilizzare la piattaforma online Inps per una procedura semplificata e rapida.



Banner Modello 730 e Redditi GruppoPiù


Domande Frequenti su NASpI 2024


Cosa è la NASpI?

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) è un'indennità di disoccupazione erogata in Italia a coloro che hanno perso il lavoro involontariamente. Offre un sostegno economico temporaneo per aiutare i disoccupati durante il periodo di ricerca di una nuova occupazione.


Chi può richiedere la NASpI nel 2024?

Per poter richiedere la NASpI nel 2024, è necessario:

  • Avere perso il lavoro in modo involontario.

  • Essere in possesso dello stato di disoccupazione.

  • Aver accumulato almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l'inizio della disoccupazione.


Come si calcola l'importo della NASpI?

L'importo della NASpI si calcola dividendo la retribuzione imponibile degli ultimi quattro anni per il totale delle settimane di contribuzione, indipendentemente dalla verifica del minimale. Il risultato ottenuto viene moltiplicato per il coefficiente 4,33.


Qual è l'importo massimo della NASpI nel 2024?

L'importo massimo dell'indennità NASpI per il 2024 non può superare i 1.550,42 euro al mese.


Come e quando si deve inviare la domanda per la NASpI?

La domanda per la NASpI deve essere inoltrata all'INPS entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro, attraverso:

  • La piattaforma online Inps, accessibile con SPID, CIE, o CNS.

  • Contattando il Contact center dell'INPS.

  • Tramite enti di patronato e intermediari dell'INPS che offrono servizi telematici.

Quali sono le scadenze importanti per la domanda NASpI?

Le scadenze variano in base a specifiche circostanze come maternità, malattia, infortuni, o controversie lavorative. In generale, il termine di decadenza standard è di 68 giorni dalla fine del rapporto di lavoro.


Cosa succede alla NASpI dopo i primi mesi di erogazione?

Dopo i primi tre mesi, l'importo della NASpI si riduce progressivamente del 3% al mese. Questa riduzione può iniziare dal quarto o dal sesto mese, a seconda delle specifiche situazioni del beneficiario, come l'età.


Come posso verificare lo stato della mia domanda NASpI?

Lo stato della domanda NASpI può essere verificato accedendo alla piattaforma online Inps con le proprie credenziali di accesso (SPID, CIE, o CNS), dove è possibile consultare tutte le informazioni relative allo stato di avanzamento della propria richiesta.


Cosa include la NASpI oltre all'indennità economica?

La NASpI può includere anche supporto nella ricerca di lavoro e formazione, attraverso servizi offerti dai centri per l'impiego e altri enti accreditati, mirati a favorire il reinserimento lavorativo.

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page