Bilancio di Sostenibilità aziendale: di cosa si tratta e quali sono i vantaggi

Cosa è il Bilancio di Sostenibilità, quali vantaggi apporta al business, quali documenti bisogna presentare e in quali casi è obbligatorio: scopriamolo


Cosa è il Bilancio di Sostenibilità

Il Bilancio di Sostenibilità è un documento che ha come obiettivo quello di informare gli stakeholder circa i risultati economici, ambientali e sociali raggiunti dall’azienda durante lo svolgimento della propria attività. Per dare una definizione più enciclopedica del Bilancio di Sostenibilità, arriva in nostro soccorso l’Unione Europea che, nel 2001, lo definisce come “ L’integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate “. Il documento viene redatto da imprese, enti pubblici e associazioni in maniera periodica e in forma volontaria e si rivolge, come detto in precedenza, a tutti gli stakeholder, ossia:

  • Dipendenti;

  • Fornitori;

  • Clienti;

  • Investitori e finanziatori

Quali informazioni deve contenere il Bilancio di Sostenibilità

Il documento, secondo quanto previsto dal d.lgs. 246/2016, deve riportare cinque ambiti principali di rendicontazione:

  • lotta alla corruzione attiva e passiva;

  • ambiente;

  • personale:

  • sociale;

  • diritti umani.

Quando è obbligatorio redigere il BdS?

Ad oggi, la rendicontazione e dunque la redazione del Bilancio di Sostenibilità è obbligatoria nell’ambito profit per aziende quotate e del settore bancario-assicurativo, con un numero di dipendenti superiore a 500 e che abbiano un fatturato annuo superiore a 40 milioni di euro. In Italia, al momento, si attestano a 200 le aziende soggette all’obbligo normativo di rendicontazione.

Vi è però la possibilità anche per la restante platea di aziende di redigere un bilancio sottoforma di Dichiarazione Non Finanziaria (DFN), su base volontaria. Ovviamente, a seguito della scelta volontaria di redazione fanno seguito gli obblighi di pubblicazione e assoggettamento ad attività di controllo, così come accade per le realtà per cui vige l’obbligo di redazione.

I vantaggi

La redazione del Bilancio di Sostenibilità produce un duplice beneficio: interno ed esterno. Interno: migliore organizzazione e gestione ottimizzata dei processi interni all’azienda. Esterno: maggiore e migliore visibilità e affidabilità dal punto di vista degli interlocutori esterni.


Nello specifico, i benefici sono:

Riduzione dei costi operativi: il bilancio di sostenibilità permette alle aziende di avviare un monitoraggio e un miglioramento continuo delle performance, portando così a poter eliminare i costi operativi inefficienti.

Impatto ambientale: questo tipo di azione crea un’ottima “green reputation” all’azienda, rendendola più autorevole e solida.

Fidelizzazione e migliori performance: affrontando e risolvendo tematiche e problemi di carattere sociale e ambientale, l’azienda migliora l’efficacia e l’efficienza delle proprie performance. Inoltre, coinvolgendoli in tali azioni, fidelizza e motiva i dipendenti, attraendo anche nuovi talenti.




Post recenti

Mostra tutti